Endodonzia: gli effetti delle temperature sugli strumenti in nichel-titanio

0
45

Che effetti ha la temperatura di utilizzo sulla resistenza alla frattura di strumenti endodontici in nichel-titanio (NiTi) tecnologicamente di ultima generazione? Gli strumenti più moderni a base di nichel e titanio vengono sottoposti a diversi trattamenti termici, il che aiuta a migliorare le proprietà meccaniche degli strumenti stessi. Si fanno infatti trattamenti particolarmente complicati sia di riscaldamento sia di raffreddamento per rendere perfetta la fase cristallografica e la trasformazione della lega NiTi da austenite a martensite, avvicinandola il più possibile alla temperatura corporea, creando così una lega a memoria di forma, precurvabile a temperatura ambiente.

Uno studio ha voluto valutare l’influenza di temperature diverse di utilizzo sulla resistenza alla fatica ciclica a flessione degli strumenti citati. Con temperature di 0°, 20°, 35° e 39°, è stato registrato il tempo prima che ciascuno strumento si fratturasse una volta azionato il proprio movimento reciprocante in un canale, con angolo di curvatura 60° e raggio di curvatura 5 millimetri. Il risultato finale è stato simile a quelli finora conosciuti: i Reciproc Blue hanno una flessibilità e una resistenza alla fatica ciclica significativamente più elevate rispetto ai Reciproc-M-Wire.

I risultati dello studio

Differenze sostanziali sono state riscontrate anche tra tutte le temperature analizzate per entrambi i tipi di strumenti testati, tranne che tra 35° e 39°. Insomma, la resistenza alla fatica ciclica degli strumenti in NiTi aumenta proporzionalmente al diminuire della temperatura alla quale vengono sottoposti (0° > 20° > 35° > 39°), con differenze che vanno dal 35 al 421%. La temperatura influenza in maniera importante le proprietà meccaniche dei file NiTi testati.

Altro dato interessante emerso dallo studio: l’aumento delle proprietà meccaniche tra 39° e 0° è stato più lineare per gli strumenti sottoposti al trattamento Blue, mentre è stato maggiormente drastico a 0° per i M-Wire. Le temperature più basse potrebbero avere dunque una minore influenza sugli strumenti che presentano una maggiore flessibilità a temperatura ambiente a causa della percentuale inferiore di struttura metallica che può passare dall’austenite alla martensite. Il tutto è naturalmente votato a capire come migliorare la durata degli strumenti endodontici, come riscaldarli o raffreddarli direttamente durante la pratica clinica a seconda delle necessità.

I migliori specialisti di endodonzia li trovi a Livorno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here