Bio odontoiatria: attenzione alla salute del paziente a 360°

0
323

La preoccupazione per la salute ci ha portati a cercare sempre di più prodotti e alimenti bio. E, anche quando si tratta della nostra bocca, siamo sempre più portati a scegliere la bio odontoiatria. In molti studi dentistici, questa è diventata ormai una pratica comune. È un approccio alternativo all’odontoiatria classica. Il professionista non tiene conto soltanto della salute orale, ma anche di quella fisica ed emotiva di chi è seduto sulla poltroncina.

Ecco perché i trattamenti dentali vengono eseguiti senza l’uso di otturazioni in metallo o amalgama. Vengono utilizzate esclusivamente ceramica o, comunque, altri materiali naturali. Studi scientifici hanno dimostrato infatti che gli impianti in ceramica non guariscono se l’osso non è sano, che gli zuccheri non cariano davvero i denti. La carie si forma quando non assumiamo vitamine e minerali, soprattutto D3 e C e omega-3. Studi biochimici hanno poi ragguagliato su un’altra situazione: le devitalizzazioni e le otturazioni fatte con l’amalgama non sono salutari; il metallo usato, infatti, può infiammare il corpo del paziente.

Alcuni studi dentistici che applicano i principi bio accettano esclusivamente pazienti che facciano una vita sana e abbiano un’alimentazione salutare. Chi fa una dieta particolare, infatti, evita la carie e permette poi al dentista di eseguire interventi non ordinari, ma straordinari. Tenere sotto controllo dunque i livelli delle vitamine è una delle cose che viene richiesto al paziente che si rivolge al bio odontoiatra. Se le ossa sono sane, infatti, si può eseguire qualsiasi tipo di trattamento, anche in un solo giorno.

Bio odontoiatria: anche lo studio è disegnato appositamente

Anche lo studio del bio odontoiatra viene disegnato su misura per dare la sensazione di pace al paziente. Le pareti sono spesso bianche, colore associato alla guarigione; vengono poi utilizzati, naturalmente, materiali naturali come il legno. Si procede all’eliminazione delle interferenze, rappresentate da plastica, colla, e persino il wi-fi in qualche caso viene escluso dallo studio. Del resto, è stato provato che il collegamento a internet, ma anche semplicemente il telefono, possano disturbare il sistema nervoso e quello immunitario.

L’ambiente privo di stress, dunque, è il fiore all’occhiello di diversi studi odontoiatrici in cui si curi in modo bio il paziente. A cui viene chiesto di mettere il telefono in modalità aereo durante i trattamenti, che non prevedono nei maggior parte dei casi la devitalizzazione (quando viene praticata, si utilizza un rilevatore apicale elettronico per misurare la lunghezza del dente da devitalizzare, in modo da evitare o ridurre al minimo l’uso di radiografie). Insomma, nulla viene lasciato al caso per questo nuovo approccio da parte dei dentisti alla salute della bocca e non solo.

Si fa meno uso possibile dei raggi X. Le radiografie vengono fatte solo quando i benefici sono superiori ai rischi connessi all’esposizione alle radiazioni. Si utilizza spesso un ortopantomografo digitale, che riduce la dose assorbita dal paziente. Non mancano poi impianti di purificazione e disinfezione dell’aria. Alcuni studi hanno adibito un locale a sala sterilizzazione. La bio odontoiatria è davvero il nuovo modo di curarsi i denti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here